Arredamenti...made in Hollywood 

Audrey-Hepburn

Mae West

Mary Jane West era un sex symbol. Nata nel 1893 e meglio conosciuta come Mae West, è stata un'attrice statunitense, classificata al 15° posto tra le più grandi star di tutti i tempi dal Film Institute.

Era solita ai doppi sensi, come ad esempio "Io sono la signora che lavora alla Paramount per tutto il giorno ... e alla Fox per tutta la notte" oppure "Troppo di una cosa buona può essere una cosa meravigliosa", e durante la Seconda Guerra Mondiale gli equipaggi Alleati chiamavano il loro giubbotto-salvagente giallo gonfiabile “Mae West", in parte per il fatto che “West” faceva rima con "breast (seno)" e "life vest (giubbotto di salvataggio)" e in parte a causa della somiglianza con il suo corpo.

Era una star famosa, soprattutto ai suoi tempi, ma in pochi sanno che quando nel 1972 Salvador Dalì progettò - insieme a Oscar Tusquets - il suo celebre Divano Lips, uno degli arredi più sensuali e iconici del 20° secolo, stava pensando proprio alla bocca di Mae West e modellò il prototipo di legno e raso di conseguenza.

Grazie alla tecnologia dello stampaggio rotazionale in polietilene e con un processo speciale che conferisce al pezzo una struttura d’insieme più delicata, più di trent'anni dopo, nel 2004, è stato finalmente possibile riprodurre il realismo e la forza espressiva che Dalí aveva sognato per questa grande bocca, sulla quale ci si può sedere o nella quale ci si può immergere.

Marilyn Monroe

Sebbene relegata in 25° posizione nella lista, già citata, delle più grandi stelle femminili di tutti i tempi, la donna nata con il nome di Norma Jeane Mortensen e conosciuta in tutto il mondo come Marilyn Monroe è stata, probabilmente grazie al suo sensuale sorriso a bocca semiaperta, diventato in seguito una sorta di firma, una delle due, tre attrici più sexy che abbia mai girato un film.

Norma era consapevole che "Marilyn Monroe" era una creazione di Hollywood ed era consapevole delle differenze tra la sua vita privata e ciò che accadeva sullo schermo e in pubblico: l’autore e amico Truman Capote una volta scrisse che, dopo un pranzo insieme, Marilyn andò alla toilette e ci rimase così a lungo da spingerlo ad andare a cercarla. Quando entrò, la scoprì davanti allo specchio e le chiese che cosa stesse facendo. L’attrice rispose: "Sto guardando Lei".

Uno dei suoi più grandi successi, Quando La Moglie E’ In Vacanza, finì con l’ispirare un mobile - la chaiselongue Marilyn, ovviamente - progettata dall'architetto spagnolo Borja Abellan e dal suo collega Nacho Soler e caratterizzata da un’estetica minimalista pulita e fresca, che imita le linee bianche del famigerato vestito della Monroe: la chaiselongue Marilyn, infatti, rende omaggio alla scena memorabile in cui lei è in un primo momento adagiata e poi si alza in modo conturbante, alla ricerca di uno schienale a cui appoggiarsi.

Audrey Hepburn

Audrey Hepburn era un’attrice britannica, attiva durante l'età d'oro di Hollywood e riconosciuta come un’icona incomparabile, sia nell’ambito dei film che della moda. E’ sempre stata considerata come una, se non la più grande, leggenda del cinema femminile americano di tutti i tempi ed ha trovato il suo posto anche nella Hall of Fame delle persone vestite con maggior classe.

Nata a Ixelles, presso Bruxelles, ha trascorso la sua infanzia tra il Belgio, l’Inghilterra e l’Olanda occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale. Ad Amsterdam ha studiato danza classica prima di trasferirsi a Londra, dove si esibì come ballerina di fila nei musicals del West End a partire dal 1948.

Ha recitato in diversi celeberrimi film della storia di Hollywwod, come Vacanze Romane, che gli valse il premio Oscar; Sabrina; My Fair Lady e il leggendario Colazione Da Tiffany di Black Edwards.

Anche se col tempo diradò le apparizioni, la Hepburn rimane una delle poche persone che hanno vinto il premio Oscar, l’Emmy, il Grammy e il Tony Award.

Affascinando il pubblico interpretando Holly Golightly nel film che originariamente doveva essere diretto da John Frankenheimer, Audrey Hepburn finisce con il sedersi e lo sdraiarsi su un arredo stravagante, che si trova proprio nel centro del soggiorno di Holly: un divano ricavato da una vecchia vasca da bagno, che fu divisa a metà e sulla quale si possono ancora vedere le maniglie da un lato e i piedi di appoggio.

Quel divano sarebbe stato indimenticabile, ma Audrey Hepburn lo ha reso immortale. 

Pin It

.